TORNA ALLA HOME DI SOCIAL HOUSING

BORGATA PARADISO:
STORIE DI BORGATA E DI RESILIENZA
due le opere vincitrici del primo concorso
fotografico e di storytelling lanciato dal Social Housing di Grugliasco

Il racconto “La linea blu” di Aldo Bianco e la fotografia “Senza titolo” di Gianfranco Tamburi sono le due opere vincitrici nelle rispettive categorie del primo concorso fotografico e di storytelling dal titolo “Borgata paradiso: Storie di borgata e di resilienza”.

Si conclude così il concorso proposto dalla cooperativa sociale Il Margine, nell’ambito del progetto sociale di Social Housing “Vicini di Spazio”, realizzato con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Abitare il cambiamento”, con il patrocinio del Comune di Grugliasco.

Da anni il Social Housing si propone sul territorio come un virtuoso laboratorio di buone pratiche abitative e di integrazione sociale, attraverso un’efficace co-progettazione tra Il Margine e il settore delle Politiche Sociali e Giovanili del Comune di Grugliasco, per sostenere l’autonomia giovanile.
L’idea del concorso nasce proprio da qui, con l’intenzione di coinvolgere le persone in un processo di elaborazione e narrazione della loro esperienza personale all’interno del quartiere, per immagini o attraverso elaborati scritti.

Le opere partecipanti hanno contribuito a raccontare Borgata Paradiso da punti di vista molto diversi: storie di quartiere che hanno accompagnato la sua trasformazione, testimonianze dirette di chi ha contribuito a far crescere l’associazionismo e l’attivismo sul territorio, racconti personali.

“Il progetto ha rappresentato un’occasione preziosa per condividere ricordi personali e costruire una piccola storia collettiva del territorio – commenta Nicoletta Fratta, presidente della cooperativa Il Margine – Una storia che valorizza le azioni di integrazione e promozione sociale attivate nel tempo e le reti che ne hanno dato piena realizzazione”.
Il vicesindaco e assessore al welfare della Città di Grugliasco Elisa Martino dichiara: “Il concorso ha permesso alle persone di raccontare Borgata Paradiso per far conoscere il suo passato ma anche il suo presente, oltre che a farle fermare per raccontarsi e per confidare il proprio amore per il luogo che abitano e per il quale hanno molti progetti anche per il futuro. Ringrazio tutti i partecipanti e la Cooperativa il Margine per aver proposto il concorso nonché tutte le persone che abitano il Social Housing e che si impegnano quotidianamente per gli altri”.

Le opere vincitrici – e le altre opere inviate al concorso – verranno esposte in un’installazione originale all’interno del Social Housing di via Napoli a partire da martedì 19 gennaio. L’installazione sarà anche ospitata nei mesi successivi, nei locali del Comune di Grugliasco.

 

 

 

 

 

Facebook Pagelike Widget

RESTA IN CONTATTO CON NOI

CONTATTACI